Come si diventa ascoltatori migliori

Quasi sempre tendiamo a dare per scontato di essere buoni ascoltatori, e ci prestiamo ad ascoltare gli amici o i colleghi con i loro dubbi o problemi, ma diamo veramente valore a cosa vuol dire ascoltare? In realtà siamo molto più interessati a parlare, un’attività che ci viene più naturale, senza tenere conto del fatto che senza un ascolto attivo la comunicazione non approda a nulla.

Prima del coaching, utilizzare diversi livelli di ascolto non era qualcosa in cui ero molto bravo, e avevo la tendenza a trovare le soluzioni degli amici o dei colleghi, quasi un consulente alla “Lucy” dei Peanuts. Il coaching mi ha poi insegnato ad approfondire e a sviluppare le mie tecniche di ascolto, e voglio quindi condividere con voi alcune lezioni sui fondamenti del buon ascolto.

Saper ascoltare, infatti, è un’arte, e ne esistono 3 livelli che arrivano dal Coaching Training Institute.

Livello 1: l’ascolto è su me stesso e sulle voci nella mia testa

Se siamo al primo livello di ascolto, ascoltiamo con l’intendo di rispondere, e in realtà quindi stiamo ascoltando la voce nella nostra testa. Avete mai sentito le voci interne? Sono quelle che ci preparano a cosa dovremmo dire o chiedere mentre l’altro sta ancora parlando.

Siamo al livello 1 quando siamo al ristorante e dobbiamo essere pronti a dire cosa vogliamo mangiare, oppure quando abbiamo bisogno di indicazioni su dove andare. In genere, su tutto ciò che riguarda cosa abbiamo bisogno e cosa vogliamo dire, e siamo concentrati a formulare i nostri pensieri e la nostra domanda.

Livello 2: focus sull’altra persona e sulla comprensione

Quando ascoltiamo ciò che qualcuno sta dicendo, al di la delle loro parole, il nostro focus è sull’altra persona, che ascoltiamo in modo profondo, facendo in modo che l’altra persona si senta veramente ascoltata.

Livello 3: ci concentriamo sull’energia.

Al livello 3 usiamo tutti i nostri sensi, aggiungendoci anche il linguaggio del corpo e l’ascolto del tono di voce del nostro interlocutore; così percepiamo appieno l’energia che si sviluppa intorno a noi. Siamo riusciti ad andare al di là delle parole e a d ottenere un’immagine d’insieme più grande.

Come allenarsi a passare da un livello all’altro?

Nel corso di un colloquio individuale o durante una riunione, concentratevi nel cercare di rendervi conto su quale livello di ascolto vi trovate. Anche solo questa consapevolezza sarà utile a provare a passare a un altro livello superiore.

Spero questo articolo ti sia utile per migliorare le tue qualità di ascoltatore, come coach ICF, sono a tua disposizione offrendoti una sessione gratuita e senza impegno per supportarti su un tema che tu voglia sviluppare in questo momento, per farti toccare con mano in cosa consiste il supporto di un coach per la vita privata e lavorativa.