I segni che indicano che è il momento di cambiare lavoro

Se stai pensando di cambiare lavoro probabilmente inizi a sentire che c’è qualcosa che non va nella tua posizione lavorativa attuale. Se non sei in grado di determinare con precisione cosa ti sta facendo valutare di introdurre un cambiamento, potresti iniziare questo processo imparando a riconoscere i segnali che indicano che è giunto il momento di cambiare lavoro, o carriera, dopo averne valutato i motivi.

Come conoscere i segni che indicano che è tempo di cambiare lavoro?

Forse quando hai iniziato a lavorare nel tuo attuale posto di lavoro, all’inizio eri eccitato dalla nuova sfida, entusiasta, motivato. Se però adesso non ti senti più così e hai perso tutta la predisposizione positiva verso i tuoi compiti lavorativi, magari con sentimenti contrastanti, probabilmente si sta avvicinando il momento di un cambiamento.

Ecco alcuni dei segnali a cui prestare attenzione; se incappi in qualcuno di questi potrebbe essere il momento di considerare un cambio di lavoro.

1. Ti senti apatico e compiacente.

Ogni giorno che passa ti senti sempre più lontano e disconnesso dalla motivazione che avevi un tempo. Stai performando al di sotto delle tue possibilità, non rispetti più le scadenze e non riesci più a trovare l’energia necessaria a fingere entusiasmo per gli obiettivi aziendali. Ma questo normalmente non è da te. Cosa sta succedendo? La verità è che, per quanto potesse piacerti un tempo, ormai ci sono momenti in cui il lavoro ti sembrerà solo un lavoro. Se non riesci a ricordare l’ultima volta che ti sei sentito elettrizzato da una nuova idea o da un progetto da affrontare, potrebbe essere arrivato il momento di rivalutare il tuo ruolo.

2. Non ti senti più utile

Le tue mansioni sono sempre le stesse, giorno dopo giorno. Ogni giorno ti sembra uguale a quello precedente e ti sembra di star facendo il tuo lavoro con il pilota automatico inserito. Ti senti sottovalutato, come se il tuo tempo venisse male impiegato e le tue abilità non venissero utilizzate. Nel corso del tempo hai smesso di cercare attivamente nuove opportunità per migliorare il tuo lavoro e ti senti demoralizzato. Questo vuol dire che è giunto il momento di trovare un nuovo lavoro

che ti permetta di sviluppare nuove competenze e ti consenta di dare un contributo significativo. La tua carriera, infatti, dovrebbe aumentare la tua autostima, non diminuirla.

3. Hai l’ansia all’idea di andare al lavoro

Tutti hanno quei giorni in cui si preme il pulsante snooze della sveglia un po’ troppe volte, o si ha bisogno di un po’ di spinta in più per alzarsi e andare al lavoro. Forse il progetto a cui stai lavorando non ti entusiasma più di tanto, o sei ansioso di un eventuale meeting con il tuo capo. Vivi per arrivare il più velocemente possibile al fine settimana, ma nonostante i tuoi sforzi l’ansia del lunedì comunque si insinua nel tuo weekend. Se ti senti così, è arrivato il momento di un cambiamento!

4. Nemmeno lo stipendio riesce a compensare l’insoddisfazione.

Lo stipendio può anche essere buono, ma il lavoro è insensato e comunque non ti piace. E se per un periodo ti sei fatto andare bene il lavoro per via della busta paga, ora nemmeno questo è sufficiente a renderti tranquillo. Ti ritrovi sempre più spesso a guardare l’orologio scorrere durante le riunioni. Sei arrivato in ufficio martedì dopo un ponte o weekend lungo weekend e stai già cercando nel calendario il prossimo giorno di vacanza. Se da un lato apprezzi la stabilità che il tuo lavoro ti offre, dall’altro stai iniziando a sentirti come se stessi sprecando il tuo potenziale. Questi sono chiari segni che hai bisogno di un bel cambiamento.

5. Il tuo lavoro inizia a influenzare la tua vita personale

Il lavoro può essere a tratti impegnativo, ma non deve mai diventare debilitante. Se ti senti sempre stanco, hai difficoltà a dormire, soffri di mal di testa o di altri sintomi fisici, questo potrebbe essere il modo in cui il tuo corpo ti dice che il lavoro che fai non va bene per te. Essere costantemente stressati può arrivare ad impattare sulle tue relazioni personali. I tuoi amici e familiari hanno commentato che sei sempre nervoso/a o che ti lamenti spesso? Se il tuo lavoro ti sta trasformando in una persona infelice o amareggiata, inizia a guardarti attorno, c’è sicuramente di meglio in giro per te.

6. Sogni ad occhi aperti un nuovo lavoro

Passi le tue pause pranzo pensando a cosa potresti fare nella tua “prossima vita” e già pregusti il momento in cui consegnerai la lettere di dimissioni. Ti ritrovi a sfogliare le bacheche di offerte di lavoro invece delle e-mail, stai iniziando a diventare geloso/a delle carriere dei tuoi amici, chiedendoti come abbiano ottenuto lavori così “perfetti”. Rabbrividisci quando le persone ti chiedono cosa fai perché vorresti fare qualcosa di diverso. Hai già pensato di andartene e hai persino condiviso questa tua idea con qualcuno. Il segnale è molto chiaro, è ora di cambiare!

L’età non deve essere un ostacolo per cambiare lavoro

Non importa se vuoi cambiare lavoro o carriera a 40 anni, a qualsiasi età tu decida di affrontare questo tipo di cambiamento, questa decisione non deve farti paura, anzi, dovresti viverla come una sfida da affrontare con tutte le tue energie e trovare un lavoro che ami, piuttosto che continuare a sentirti infelice, insoddisfatto e non pienamente realizzato nel tuo lavoro attuale, anche se questo dovesse trovarsi nella tua confort zone.

Coaching per il cambio di lavoro

Contattami per sessioni di coaching personalizzate mirate al cambio di lavoro o di carriera: posso aiutarti a fare chiarezza in un momento di transizione delicato come questo.