5 buone abitudini per diventare più empatici

L’empatia non è solo un modo per estendere i nostri confini e aprirci agli altri, ma è anche un’attitudine che possiamo coltivare per migliorare la qualità della nostra vita. L’empatia è quella capacità di mettersi nei panni di un’altra persona per comprendere meglio i suoi sentimenti e le sue prospettive e per usare questa comprensione per guidare le nostre azioni.

Non si tratta di semplice gentilezza, non è pietà e non va confusa nemmeno con la regola “non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te” perché, come diceva George Bernard Shaw, è meglio “Non fare agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te: potrebbero avere gusti diversi dai tuoi”.

L’empatia si sviluppa già durante l’infanzia, ma possiamo alimentarne la crescita durante la nostra vita e possiamo usarla come una forza radicale per trasformare la società.

Ecco cinque abitudini per iniziare ad allenare l’empatia.

  • Coltivare la curiosità verso l’altro

Le persone altamente empatiche hanno un’insaziabile curiosità nei confronti delle persone e conservano quella naturale curiosità che tutti noi abbiamo avuto sin da piccoli e che poi si è persa con il tempo. La curiosità espande la nostra empatia, soprattutto quando parliamo con persone al di fuori della nostra solita cerchia sociale, e ci mette in contatto con vite e visioni del mondo molto diverse dalle nostre.

  • Sfidare i pregiudizi

Tutti usiamo etichette collettive e sociali e questo a volte ci impedisce di apprezzare l’individualità delle persone. Sfidare i propri pregiudizi cercando punti di incontro tra le persone e non motivi di divisione è un ottimo modo per esercitare l’empatia.

  • Mettersi nei panni dell’altro

Un esercizio molto utile è quello di ampliare la propria empatia acquisendo esperienza diretta della vita di altre persone e metterla in pratica, un po’ come l’antico proverbio dei nativi americani “Cammina per un miglio nelle scarpe di un altro uomo prima di giudicarlo”.

  • Ascoltare con attenzione

Alla base dell’empatia c’è l’arte dell’ascolto, la nostra capacità di essere pronti a comprendere cosa sta succedendo all’altro e ad ascoltare i sentimenti che una persona sta vivendo in un preciso momento. Empatia significa ascoltare gli altri e fare tutto il possibile per cogliere il loro stato emotivo e le loro esigenze. Ma non solo. Rimuovere le maschere sociali e rivelare i nostri sentimenti a qualcuno è vitale per creare un forte legame umano. L’empatia non è una strada a senso unico e si basa sempre sulla comprensione reciproca, su uno scambio fertile delle nostre convinzioni ed esperienze più importanti.

  • Ispirare all’azione e al cambiamento sociale

Si tende a pensare che l’empatia si muova a livello di individui e invece si tratta anche di un fenomeno di massa che ha il potere di determinare un forte cambiamento sociale. Oltre all’istruzione, anche i social media ci insegnano come la tecnologia può sfruttare il potere dell’empatia per smuovere azioni di massa. Questo perché il social network, la rete sociale appunto, diffonde non solo informazioni ma anche connessioni empatiche.

Un coach per sviluppare l’empatia

Contattami per una una sessione gratuita e senza impegno per imparare a sviluppare le tue doti empatiche e scoprire come questo può migliorare tutti i rapporti della tua vita, da quelli familiari a quelli lavorativi.